Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoAmbienteAgricoltura › Bollette pazze al Consorzio Bonifica: proteste
S.A. 16 gennaio 2015
Bollette pazze al Consorzio di Bonifica Oristanese: Coldiretti e Confagricoltura contrari agli aumenti dei ruoli e chiedono un intervento dell’assessore Falchi
Bollette pazze al Consorzio Bonifica: proteste


ORISTANO - Aumenta la preoccupazione tra Coldiretti e Confagricoltura per la concreta possibilità di un consistente aumento dei Ruoli al Consorzio di Bonifica di Oristano. Dal Bilancio illustrato dal Commissario Giovanni Pilia per l’anno 2014, mancano 2 milioni e 100 mila euro di trasferimenti dalla Regione, che di fatto aprono un buco gestionale consistente e riproiettano l’Ente in una situazione gestionale insostenibile, e che vanno a determinare un aumento dei Ruoli pari al 50%.

Le due associazioni agricole ribadiscono che occorre «un intervento urgente della politica, in primis dell’assessore all’Agricoltura Elisabetta Falchi, affinchè si faccia chiarezza su quali trasferimenti e su quali importi può contare effettivamente il Consorzio Oristanese, e su quali siano le azioni percorribili atte ad evitare un aumento dei Ruoli assolutamente insostenibile per le Aziende Agricole del territorio.
Permanendo anche nel 2015 l’incertezza dei finanziamenti regionali, occorrono degli interventi politici mirati e una presa di posizione chiara che scongiuri qualsiasi ipotesi di aumento dei Ruoli anche per tale annualità».

Coldiretti e Confagricoltura ribadiscono come hanno già fatto un mese fa, «la richiesta urgente di un incontro con l’Assessore Regionale all’Agricoltura e i vertici delle Organizzazioni Professionali agricole e dell’Ente consortile, alla presenza dei funzionari competenti regionali e dell’Ente, atti a dare le risposte concrete ma, ad oggi, tale incontro non si è ancora concretizzato». «Si tratta - concludono - di scongiurare il rischio di un aumento dei costi dell’acqua che causerebbe un effetto moltiplicatore nel deprimere una economia provinciale che registra dati drammatici, pronti, in caso contrario, ad azioni eclatanti a tutela degli agricoltori dell’Oristanese».
Commenti
23/7/2016
In provincia di Sassari non è stato registrato nessun caso di caporalato ed il numero delle sanzioni per il rispetto delle normativa giuslavorista sono in calo. «I nostri imprenditori tra i più virtuosi d’Italia», dichiarano i vertici di Coldiretti
© 2000-2016 Mediatica sas