Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoEconomiaReferendum › Referendum anti-euro: tornano i banchetti a 5 Stelle
A.B. 10 gennaio 2015
Oggi pomeriggio, dalle ore 16 alle 20, Piazza Roma, ospiterà il punto di raccolta firme organizzato dagli attivisti dei Meet Up di Oristano
Referendum anti-euro: tornano i banchetti a 5 Stelle


ORISTANO - Gli attivisti dei Meet Up di Oristano, aderenti al Movimento 5 Stelle, saranno in Piazza Roma, ad Oristano, sabato 10, 17 e 24 gennaio, dalle ore 16 alle 20, ed a Cabras, in Piazza Don Sturzo, domenica 11 e 25 gennaio, dalle 10 alle 13, con i banchetti informativi, finalizzati alla raccolta firme per la legge costituzionale (presentata ai cittadini italiani sotto forma di legge di iniziativa popolare) con la quale il M5S intende procedere per indire il referendum sull’euro. Inoltre, negli Uffici Elettorali dei Comuni di Cabras ed Oristano sono presenti i moduli per la raccolta firme. Entro breve tempo, anche gli altri Comuni dell’area oristanese ne saranno dotati.
Commenti
6/12/2016
Lo affermano Paolo Truzzu e Salvatore Deidda, consigliere e portavoce regionali di Fratelli d’Italia-An, acquisito il dato definitivo del voto sardo al referendum costituzionale del 4 dicembre, che vede i No superare il 72 per cento, il risultato più alto a livello nazionale
5/12/2016
Non posso che prenderne atto, a maggior ragione di fronte a una partecipazione così alta e appassionata che rivela anche un malcontento diffuso e la domanda di azioni più incisive per migliorare la vita delle persone. Molte riforme importanti, attese da anni, le abbiamo fatte. Altre dovranno essere adottate al più presto. Servono decisioni immediate e profonde a cui lavorerò con la mia maggioranza sin dai prossimi giorni
6/12/2016
Torniamo alla Democrazia, l’arroganza non paga. Il messaggio dei portavoce del Movimento Cinque Stelle Alghero, all’indomani della consultazione referendaria, è chiaro. Se il Movimento Cinque Stelle andrà al Governo lo dirà il popolo
5/12/2016
Ha vinto il popolo, il fronte del No, il Centrodestra o i difensori della Costituzione? Un po´ tutti e un po´ nessuno. Ma è invece certo chi ha perso: di sicuro Renzi e, per quanto riguarda la nostra Isola Pigliaru, il Pd e i sindaci che si sono apertamente schierati col Si e che hanno portato la Sardegna a conseguire il record italiano dei No: il 72,2percento
5/12/2016
Il risultato referendario del 4 dicembre pone la Sardegna come la regione più anti-renziana d’Italia, e rappresenta una bocciatura politica netta, chiara e lampante dell’attuale Giunta regionale
5/12/2016
Stavo dalla parte di chi questa riforma costituzionale la giudicava un´opportunità per il Paese, per semplificare, avere una democrazia e un parlamento che decide e non parla soltanto, per cancellare le province (che invece ora ci dobbiamo tenere), per un rapporto diretto con le autonomie locali
5/12/2016
Il risultato rilevato a Sassari non lascia spazio ad equivoci, i sassaresi hanno bocciato severamente questa riforma pasticciata e dato un segnale importante all’attuale amministrazione, con l’arroganza e la prepotenza non si va avanti
6/12/2016
Gli elettori non sono caduti nella trappola di chi ha giocato a dividere, a condizionare, a spaventare pur di rimanere abbarbicato a Palazzo Chigi e la punizione è stata severa. E’ del tutto evidente che Renzi è stato bocciato non solo per l’impostazione data al referendum ma anche per le scelte fatte in politica sociale ed economica
5/12/2016
Con il risultato del referendum costituzionale, la possibilità di avviare un processo di riforma del Paese ha subito una battuta di arresto. Tanti atteggiamenti negativi si sono sommati: in Sardegna e nel Mezzogiorno la crisi economica ed occupazionale, ancora duramente perdurante, hanno dato motivo di opporsi alla proposta di riforma costituzionale, letta come un giudizio sulla azione del Governo
5/12/2016
L´esito è stato chiaro e inequivocabile sul fatto che le riforme proposte non erano quelle volute dagli italiani, ha vinto la difesa della Costituzione, intesa anche come baluardo difensivo verso la politica e i partiti quando questi si allontanino dagli interessi dei cittadini
5/12/2016
La partecipazione è un buon segno per la democrazia, il dato elettorale è inequivocabile ma non credo influisca sugli assetti attuali del Governo regionale se non in termini di rilancio dell’azione della Giunta
5/12/2016
Lo straordinario risultato che ha vinto il No prevalere in Sardegna con oltre il 70percento dei voti è un segnale fortissimo inviato al presidente della Regione Pigliaru e al Centrosinistra che oggi governa insieme a lui
5/12/2016
Il sindaco di Sassari, tutti gli assessori comunali, i consiglieri regionali del Pd, impegnati nell’ultimo mese in una frenetica attività di persuasione dei sassaresi e di accoglienza dei Ministri vip del Pd, tutti impegnati a setacciare ogni angolo della città e dei Paesi limitrofi, hanno fallito clamorosamente l’obiettivo di convincere la maggior parte degli elettori a credere nella proposta Renziana. Tutti questi politici si lasciano alle spalle mesi di lavoro da recuperare, mesi in cui hanno abbandonato il loro ruolo
© 2000-2016 Mediatica sas