Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaRegione › Tavolo dimissioni poligoni sardi: firmato accordo
S.A. 9 gennaio 2015
L´accordo è stato firmato a Cagliari tra il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi e il governatore Francesco Pigliaru. Confronto tra Governo e Sardegna per una graduale dismissione delle servitù militari e
Tavolo dimissioni poligoni sardi: firmato accordo


CAGLIARI - Via libera al confronto tra Governo e Sardegna per una graduale dismissione delle servitù militari e per individuare "misure di riequilibrio e armonizzazione" dell'incidenza delle attività militari. L'accordo è stato firmato a Cagliari tra il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi e il governatore Francesco Pigliaru. Il 19 giugno scorso, informa una nota congiunta di Difesa e Regione, «si è tenuta la seconda Conferenza nazionale sulle servitù militari. In tale occasione il ministro Pinotti e il presidente Pigliaru hanno convenuto sulla necessità di avviare un tavolo di confronto istituzionale, a partire dall'assunto, ormai da tempo ampiamente condiviso, che esiste una sproporzione tra la presenza militare e i gravami a questa connessi nella Regione Sardegna rispetto al resto d'Italia».

In questo momento, proseguono Difesa e Sardegna, «pur nelle differenti posizioni di partenza, sussistono tutte le condizioni per l'avvio di un tavolo di confronto istituzionale volto a valutare, in coerenza con le linee programmatiche del ministro della Difesa e con le risoluzioni parlamentari e consiliari, la percorribilità dell'avvio del processo di graduale dismissione di parte dei Poligoni e l'individuazione di misure di riequilibrio e di armonizzazione, in termini di riduzione quantitativa e qualitativa dell'incidenza delle attività militari. Un percorso da avviare con tempi certi e modalità definite». «Con riferimento alle esigenze di armonizzazione e mitigazione - continua la nota - quelle più evidenti sono riconducibili alla riduzione dell'estensione dei Poligoni, del Demanio militare e delle aree soggette a Servitù militari e le connesse occupazioni temporanee, alla tutela ambientale e della salute nei Poligoni, alla riconversione delle attività svolte nei Poligoni, all'impatto della presenza militare sulle prospettive di sviluppo dei territori, al riavvio dei processi di dismissione dei beni militari in applicazione dell'articolo 14 dello Statuto Sardo. All'interno di questo perimetro il tavolo avrà obiettivi che per la complessità della loro soluzione potranno realizzarsi entro la legislatura, mentre altri potranno essere conseguiti già nel breve periodo».

Per quanto concerne questi ultimi, viene sottolineato, «ci si riferisce all'individuazione di misure di mitigazione quali l'istituzione di osservatori ambientali indipendenti, la riduzione dell'estensione delle aree soggette a vincolo o destinate a Demanio militare, l'individuazione di misure di riconversione in senso dual use delle attività svolte nei Poligoni e di misure di indennizzo e compensazione, il riavvio dei processi di dismissione dei beni militari non più utili alla Difesa, cui corrisponderanno attività concrete per facilitare, di concerto anche con i Comuni interessati, il dialogo con la realtà militare in Sardegna, con il personale militare e le rispettive famiglie». «Il tavolo - concludono ministero e Regione - dovrà essere anche l'occasione per garantire trasparenza e informazione alle popolazioni, a partire dai dati sullo stato dei luoghi e sulla salute, ma anche da una approfondita analisi degli eventuali costi da mancati sviluppi alternativi dei territori, condotta secondo standard internazionali».
Commenti
20:29
L’assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu ha inviato una richiesta di incontro urgente al sindaco della Città Metropolitana di Cagliari Massimo Zedda, al presidente del Consiglio delle Autonomie locali Andrea Soddu ed al presidente dell’Anci Sardegna Pier Sandro Scano
20/1/2017
Città sarde escluse dalla ripartizione dei fondi del Governo. Dall´Esecutivo Gentiloni, duro colpo alla pessima riforma regionale degli enti locali
20/1/2017
Tutti gli operatori dell’Agenzia Forestas e del Corpo forestale e di vigilanza ambientale, sono a disposizione dei sindaci dei Comuni in emergenza neve a supporto delle attività zootecniche. Salvati due dipendenti Forestas bloccati dalla neve in una casermetta
20/1/2017
Ieri uno scontro duro si è consumato a Fonni, epicentro dei disagi dovuti alla neve, tra l´amministrazione comunale del paese e il capo della Protezione civile regionale Graziano Nudda. In salvo gli allevatori dispersi da ieri sera nelle campagne sommerse di neve a Talana
19/1/2017
Parte domani, con la prima tappa, il tour in cento Comuni della Sardegna promosso dal coordinatore regionale di Forza Italia. Ci saranno anche delle tappe “tematiche”, dedicate ai casi in cui più forte è il malessere sociale
19/1/2017
«Dopo emergenza, incontri territoriali per pianificare nuove procedure», annuncia Graziano Nudda. Botta e risposta sul rapporto con i sindaci del territorio, tra il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci e l´assessore regionale dell´Ambiente Donatella Spano
20/1/2017
«Fatto gravissimo, ci opporremo in tutte le sedi», dichiara l´assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu
20/1/2017
Il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale ha preannunciato un´interrogazione per sapere, «perché la Giunta regionale non ha attivato tutti i canali necessari a fare rete con le Amministrazioni locali e per quale motivo anche di fronte ad un drammatica situazione di isolamento per intere comunità non è intervenuta con mezzi adeguati al caso avvenuto?»
20/1/2017
«I Comuni non sono e non verranno lasciati soli. Già disponibili 2milioni di euro per gli interventi in urgenza», annuncia l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente, con delega alla Protezione civile Donatella Spano
16:06
«Decisioni immediate per le zone colpite. Grazie a tutti gli amministratori per il grande impegno». Così, la Presidenza del Consiglio regionale ha risposto al sindaco Giuseppe Ciccolini
© 2000-2017 Mediatica sas