Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaRegione › Sardegna: no al deposito scorie. La mobilitazione parte da Oristano
S.A. 5 gennaio 2015
Contro il rischio che l´Isola possa ospitare centrali nucleari e siti per lo stoccaggio di scorie radioattive parte la mobilitazione di Sardigna Natzione Indipendentzia
Sardegna: no al deposito scorie
La mobilitazione parte da Oristano


ORISTANO - «Non permetteremo che la Sardegna sia la Mururoa del Mediterraneo, chiameremo il popolo sardo all'Intifada». Contro il rischio che l'Isola possa ospitare centrali nucleari e siti per lo stoccaggio di scorie radioattive parte la mobilitazione di Sardigna Natzione Indipendentzia. Il tema è stato al centro domenica a Oristano del Consiglio nazionale.

In qualità di promotore del referendum del 2011, Sni «ritiene di avere il mandato per porre in atto tutte le iniziative necessarie perché la volontà della Nazione sia sovrana e rispettata, nel contesto dello stato, dell'Europa e del Mondo. Da buoni patrioti porteremo assolveremo al mandato. Consapevoli che l'arma di difesa più potente che un popolo possiede è se stesso, se l'ipotesi del disastro nucleare verrà confermato chiameremo il popolo sardo all'Intifada sul tutto il territorio nazionale, presidieremo i porti e i siti individuati come possibili depositi di scorie. Assolveremo al mandato, con tutti i mezzi che saranno necessari, ad ogni costo, perché la nostra è una responsabilità di patria, che è dovuta da ogni patriota».

Considerato che «i siti di stoccaggio nucleare più probabili sono le basi militari, già causa di ingenti disastri», Sni ha deliberato di «intensificare la lotta contro l'occupazione militare della Sardegna e continuare con le 'chiamate', come quelle di Capo Frasca e di Cagliari, per liberare il territorio nazionale dalle non più tollerabili servitù militari e da possibili siti di stoccaggio di scorie nucleari»"
Commenti
26/7/2016
L’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu ha illustrato ieri la prima proposta del Piano di riordino territoriale ai sindaci di alcune aree della Sardegna per le quali era necessario sentire gli amministratori locali per capire quale, tra le possibili soluzioni prospettate, sia la più idonea
8:43
Riguardo alle recenti polemiche in merito alle liste di attesa per interventi oncologici, l´Assessorato della Sanità e la Direzione dell´Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari confermano «il proprio impegno, mai venuto meno nei mesi dall’insediamento del Commissario ad oggi, perché i problemi vengano affrontati e risolti»
26/7/2016
La Asl unica incorporerà, subentrando nei rapporti attivi e passivi, tutte le altre aziende sanitarie dell´Isola. Bocciato emendamento di Roberto Desini che ha proposto Sassari come sede regionale
25/7/2016
Stiamo assistendo ormai da diversi anni a dei veri e propri agguati umanitari nell’assoluta debolezza del Governo Regionale, che in questo modo costringe i territori a delle politiche di accoglienza del tutto emergenziali
© 2000-2016 Mediatica sas