Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaAmministrazione › Giunta di Oristano va verso il rimpasto a gennaio
S.A. 30 dicembre 2014
Il sindaco Guido Tendas cederà le deleghe al Personale e alla Cultura: ancora però non ha deciso a chi affidarle, ma questa potrebbe essere l´occasione per il rimpasto in Giunta sollecitato dal Pd
Giunta di Oristano va verso il rimpasto a gennaio


ORISTANO - Rimpasto in arrivo alla Giunta comunale di Oristano, entro gennaio il sindaco Guido Tendas cederà le deleghe al Personale e alla Cultura: ancora però non ha deciso a chi affidarle, ma questa potrebbe essere l'occasione per il rimpasto in Giunta sollecitato dal Pd. E' quanto emerso dalla conferenza di fine anno, in cui Tendas ha fatto il bilancio di metà mandato. «In questi due anni e mezzo - ha detto - siamo riusciti a portare a soluzione molti problemi che pesavano come un macigno. Siamo soddisfatti per essere riusciti ad aprire il mercato all’ingrosso di Fenosu, l’ex teatro San Martino, i campi di calcio gestiti dalla FIGC, il Centro giovani di Sa Rodia, a far fare un passo in avanti, decisivo per il suo futuro, al progetto di riqualificazione turistica della IVI Petrolifera a Torre Grande, a firmare con la Regione il protocollo di accordo per l’apertura entro il 2015 del Museo Giudicale. Opere importanti per la città che in alcuni casi erano ormai salite al rango di incompiute».

«Contestualmente – prosegue il sindaco Tendas - abbiamo lavorato per garantire la coesione sociale finanziando con fondi del bilancio comunale numerosi interventi di sostegno alle fasce che più vivono la difficoltà della crisi per complessivi. Abbiamo impegnato 650 mila Euro in un momento in cui la Regione faceva mancare il tradizionale finanziamento per le povertà estreme. Abbiamo anche iniziato una riconversione della città verso una sana gestione urbanistica e ambientale approvando definitivamente il Piano del Litorale di Torregrande, completando il lavoro di progettazione indispensabile per avviare le lottizzazioni delle zone C2RU di Sa Rodia e Silì, affidando gli incarichi per il Piano Particolareggiato del Centro Storico e per il Piano Urbano per la Mobilità, le cui prime bozze ci verranno consegnate in questi giorni, predisponendo il Paes, recentemente approvato dalle competenti strutture comunitarie, avviando la campagna Oristano verso rifiuti zero” che può contare sul nuovo appalto per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che garantisce minor spesa e maggiori servizi per i cittadini, realizzando un primo lotto di Orti urbani».

«Certo, abbiamo portato a compimento molte opere già avviate da altri – osserva Tendas -. Nonostante le apparenze, l’obiettivo non era così scontato visto che chi ci ha preceduto non le aveva concluse. Così come noi stessi ancora non siamo ancora riusciti a far ripartire i lavori del Mercato di Praza ‘e is bois e quelli dell’ex carcere militare, anche se abbiamo fatto la nostra parte risolvendo i problemi burocratici che ne hanno impedito la ripresa». «Da oggi siamo impegnati a concretizzare quanto seminato in questi due anni investendo in edilizia scolastica, verde pubblico, assetti urbani, infrastrutture stradali delle campagne, piste ciclabili, nell’ex vivaio del Rimedio che diventerà il grande parco periurbano della città – conclude il Sindaco Tendas -. Il 2014 è stato un anno di programmazione e progettazione di importanti opere per la città a cominciare dall’edilizia scolastica, con la contrazione di 2 milioni di mutui. Nelle prime settimane del 2015 inizieranno lavori per 1 milione di euro (mutui) per le riqualificazioni urbane, manutenzione strade, barriere architettoniche, illuminazione pubblica. Nel complesso, tra il 2013 e il 2014, sono stati contratti mutui per oltre 3 milioni di Euro che, sommati al mutuo da un milione 200 mila Euro per il mercato di via Mazzini porta il totale a 4 milioni 200 mila Euro».
Commenti
30/8/2016
Il caso del comune di Oristano, in cui, dopo due convocazioni, l´assemblea consiliare non ha ancora approvato il riequilibrio del bilancio, viene approfondito in queste ore dagli uffici dell´assessorato degli Enti Locali
30/8/2016
In bilico la tenuta della maggioranza ad Oristano, dove il Comune rischia seriamente il commissariamento da parte della Regione che però è intenzionata a vederci chiaro sul provvedimento di riequilibrio di bilancio, bocciato per la seconda volta dal Consiglio comunale grazie ai voti di quattro dissidenti del centrosinistra
19:23
Previsto un contenzioso legale. «Eolico, è ora di passare dalle parole ai fatti», dichiara il sindaco Antonello Cubaiu. Domani, alle ore 18, nella sala Consiliare del, è in programma un Consiglio Comunale aperto e di denuncia
© 2000-2016 Mediatica sas