Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaPolitica › Fronte Unidu: eletti i tre portavoce
A.B. 22 dicembre 2014
Ieri, Oristano ha ospitato l´Assemblea Nazionale degli attivisti del Fronte Indipendentista Unidu. Sono stati eletti Luigi Piga, Federica Pau ed Alessandra Ruggiu
Fronte Unidu: eletti i tre portavoce


ORISTANO – Lunedì, Oristano ha ospitato l'Assemblea Nazionale degli attivisti del Fronte Indipendentista Unidu. Nel corso dei lavori, che si sono svolti durante tutta la giornata, sono stati analizzate la gravissima situazione economica e sociale in cui versa la Sardegna «e le gravissime responsabilità della classe politica legata ai partiti italiani, che continuano ad amministrare la nostra terra per conto di interessi alieni alle vive esigenze e ai diritti fondamentali del nostro popolo». Dopo la discussione plenaria, i rappresentanti territoriali di tutta l’Isola hanno relazionato in merito alle attività svolte negli ultimi mesi ed all’opera di radicamento sociale che il Fronte sta mettendo in pratica. Sono state poi discusse le linee generali del documento organizzativo, che ora passerà all’assemblea dei Delegati per una successiva revisione.

Alla fine del dibattito sul documento politico, che individua la linea del Fronte nella lotta al colonialismo italiano attraverso il lavoro sui territori e la pratica della convergenza indipendentista, sono stati eletti i tre portavoce: Il 27enne di Tempio Pausania Luigi Piga (dottore in Economia e Politiche pubbliche), la 35enne cagliaritana Federica Pau (phd) e la 36enne pedagogista di Romana Alessandra Ruggiu.

Entro l’inizio del nuovo anno, i territori eleggeranno i delegati per il rinnovo dell’Assemblea Nazionale dei Delegati. «L’indipendentismo democratico e anticolonialista ha fatto un nuovo grande passo avanti!», hanno dichiarato gli organizzatori dell'assemblea del Fiu.
Commenti
30/11/2016
Nominati quattro nuovi rappresentanti territoriali: tre sono donne. È forte l’azione politica del partito per sensibilizzare i cittadini a votare No al referendum costituzionale di domenica 4 dicembre
30/11/2016
All’annuncio del risultato, 453 i voti favorevoli, un gruppo di vecchi garibaldini dalle balconate del pubblico intonò l’inno nazionale costringendo l’intera assemblea costituente a levarsi dagli scranni facendo seguire applausi scroscianti ai versi di Fratelli d’Italia. Eppure quella stessa Costituzione, fin dal giorno in cui era stata votata, fu subito contestata. E duramente criticata non solo dalla destra monarchica e fascista che era rimasta fuori dal patto costituzionale, ma anche dagli stessi protagonisti che ne avevano determinato sia lo spirito che la forma. Il 4 dicembre, con il referendum confermativo si giocherà l’ultima partita di questa lunga storia.
30/11/2016
E´ cortocircuito in Sinistra Civica, Alghero in Comune: il consigliere comunale Giampietro Moro smentisce di aver partecipato al direttivo che ha firmato il documento odierno contro l´Udc
© 2000-2016 Mediatica sas