Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoSportSport › Tennistavolo: Norbello vince il derby sardo
A.B. 25 ottobre 2014
Le ragazze di Provas Mondal hanno battuto in trasferta le campionesse d’Italia in carica dello Zeus Quartu Sant’Elena, nel match valido per la terza giornata del girone unico nazionale del campionato di serie A1 femminile
Tennistavolo: Norbello vince il derby sardo


NORBELLO – Il Norbello si aggiudica il derby regionale, battendo in trasferta le campionesse d’Italia in carica dello Zeus Quartu Sant’Elena, nel match valido per la terza giornata del girone unico nazionale del campionato di serie A1 femminile. La finale scudetto era un’altra cosa ed arrampicarsi in parallelismi era eccessivo. Battere le campionesse d’Italia in carica, peraltro al comando della classifica, è stata comunque una grande soddisfazione per le ragazze di Provas Mondal, che centrano la prima vittoria stagionale. Sfida preparata con molta attenzione da parte delle ragazze del Norbello, che a causa dei due pareggi iniziali avrebbero potuto perdere contatto con l’alta classifica. Le gialloblu hanno rischiato di tornarsene da Quartu Sant’Elena con un bel cappotto addosso, proprio come i fratellini della A1 dopo l’altro derby cagliaritano. Marina Conciauro non è riuscita a sfruttare quattro palle match a disposizione quando era in vantaggio per due set a zero su Wei Jian, ma a vendicarla sportivamente ci hanno pensato Niko Stefanova e Angeliki Papadaki (entrambe in forma strepitosa), che hanno annichilito le rispettive avversarie con condotte di gara da autentiche leader.

Si è giocato nella palestra scolastica di Via Is Arenas, sullo stesso parquet su cui, il 21 febbraio, Stefanova dovette dare forfait a causa dei lancinanti dolori alla schiena. Fu una giornata terribile, che compromise la leadership delle gialloblu, costrette poi a giocare gara3 della finale-scudetto in trasferta. Ma “super Niko” ha fatto tabula rasa di quella circostanza, esprimendosi da par suo e battendo la cinese Su Yaxin. Sembrava una “giornata si” anche per Conciauro, che nei primi due set l’ha spuntata di misura sull’intramontabile cino-muraverese Wei Jian. Nella terza frazione, la palermitana prende un consistente vantaggio (8-4, poi 9-7 ed anche 10-8), ma sul 10-9, una palla alta, con tutto il campo a disposizione, viene mandata incredibilmente fuori. La siciliana non si perde d’animo e continua ad attaccare nei confronti della difesa zeusina, ma non sfrutta altri due match ball. Alla fin,e l’avversaria risorge, vince il terzo set, ed in scioltezza pareggia i conti nel successivo. E’ di nuovo vera battaglia nel quinto set, con Conciauro che recupera tre punti di svantaggio (8-8), per poi soccombere definitivamente. Papadaki va in campo con il compito più difficile da svolger,e ma non si fa impressionare. Lo notano tutti, è dimagrita e corre come una forsennata. Non solo, i suoi colpi sono di una potenza inaudita e permettono alla nuova sfera di centrare le zone più impensabili del mezzo tavolo avversario. L’ imperturbabile Tian Jing abbozza una reazione nel secondo set, poi frana definitivamente davanti alla nazionale greca che riporta in vantaggio la sua squadra. Niko Stefanova appare più leggiadra che mai, con Wei Jian condivide anche momenti di ilarità, specie quando le escono dei colpi incredibili che lasciano attonita la sempreverde orientale. Non c’è storia, il pareggio è assicurato ma Angy Papadaki ha ancora fame di punti. L’ellenica sfodera un’altra performance da incorniciare e Su Yaxing deve inchinarsi nuovamente. Non è lo Zeus formato scudetto, forse si è indebolito, ma le gialloblu viste venerdì farebbero penare chiunque.

In panca, a godersi questo spettacolo di inconsueta bellezza, c’era il presidente Simone Carrucciu, che non ha lesinato complimenti: «Le ringrazio per le emozioni che hanno regalato a me e ai tifosi presenti. Sapevo che avrebbero dato il massimo nel tentativo di dare uno spintone alla classifica, ma mai mi sarei immaginato una prestazione così». Il massimo dirigente può rilassarsi un po’ e pensare con più calma al futuro: «Le ragazze potranno trascorrere questa pausa di campionato con tranquillità. Mi riferisco soprattutto a Marina che nonostante la sconfitta mi è piaciuta tantissimo; sono sicuro che se avrà un rapporto più cordiale con la fortuna e con certe palle trabocchetto, questa squadra potrà togliersi altre soddisfazioni. Ma restiamo con i piedi per terra, continuiamo a lavorare duro perché c’è ancora tanta strada da fare per raggiungere il primo traguardo, la salvezza – conclude patron Carrucciu, con un attestato di stima per il suo coach - Un grazie sincero al tecnico Provas Mondal perché il suo contributo sta già facendo vedere i primi frutti».

Nella foto: un momento del match tra Stefanova e Su Yaxin
Commenti
9:25
Gli appassionati di corsa e camminata hanno trascorso una giornata di svago sul promontorio di Punta Giglio. La seconda tappa il 2 giugno a Guardia Grande
28/5/2016
La sassarese Viviana Spano ed Ilaria Spanu degli Arcieri Uras sono state convocate per partecipare ai Campionati Mondiali Universitari, che si disputeranno da mercoledì 1 a domenica 5 giugno ad Ulaanbataar, in Mongolia
28/5/2016
«Approvazione rapida e condivisa del Piano triennale», auspica l´assessore regionale, invitata questa mattina alla Conferenza Regionale Sport
27/5/2016
Tre gare da 24, 45 e 80 chilometri e una bella vetrina per l´isola parco di Porto Torres dove, in concomitanza con la manifestazione, sarà avviato il progetto di recupero funzionale dell´ex carcere di Fornelli voluto dall´Ente Parco
© 2000-2016 Mediatica sas