Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoCronacaIncidenti › Oristano: sono salvi i due scalatori sardi sull’Himalaya
A.B. 18 ottobre 2014
Il 36enne di Macomer Andrea Cossu ed il 57enne oristanese Jose Aneris hanno annunciato tramite Facebook che torneranno nell’Isola venerdì 24 ottobre
Oristano: sono salvi i due scalatori sardi sull’Himalaya


ORISTANO – La paura, le notizie frammentarie e l’annuncio della tragedia, che non porta mai dei nomi certi, ma numeri enormi: «oltre centro dispersi», «almeno trenta morti», «ma no, sono una cinquantina». Questi i numeri allarmanti che rimbalzavano nelle case di chi aveva un familiare nella zona di Annapurna e stava scalando l’Himalaya.

Prima, la conferma dei morti, canadesi, indiani, israeliani, polacchi, slovacchi e vietnamiti. Poi, finalmente, il sorriso arrivava in Sardegna. E l’ha fatto nel modo ormai più comune, con un post sul social network “Facebook”. Cpsì, il 36enne di Macomer Andrea Cossu ed il 57enne oristanese Jose Aneris hanno annunciato che stanno bene, che stanno andando da Annapurna a Kathmandu e che torneranno nell’Isola venerdì 24 ottobre.

I due appassionati di trekking erano partiti lo scorso 4 ottobre alla volta del Nepal, ed era un po’ come un sogno che si realizza. Per esempio, Cossu, tecnico Enel che nel giro di quattro anni era riuscito a fare il grande salto, passando dalla scalata del Gennargentu a quella dell’Himalaya, passando per il Monte Bianco.
Commenti
1/12/2016
Il sinistro è avvenuto intorno alle 23, sulla strada provinciale che collega Olbia alla località di Pittulongu. Il conducente che ha invaso la corsia è risultato positivo all´alcol test ed è scattato l´arresto per omicidio stradale
9:29
Una delle vittime sarebbe stata investita sul ciglio della strada. E´ morto anche l´investitore che, sempre a causa della strada resa pericolosa dal ghiaccio, non è riuscito a frenare. L´incidente stradale è avvenuto verso le 7.30 sulla Statale 389
© 2000-2016 Mediatica sas