Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaLavoro › Missione Lavoro a Oristano: 105 tirocini, domande entro 31 ottobre
S.A. 2 ottobre 2014
Le aziende dovranno erogare mensilmente ai tirocinanti un’indennità di almeno 600 euro e riceveranno un contributo annuo di 7.200 euro, un incentivo di 150 uuro mensili per il tutoraggio e fino a un massimo di 1.800 euro annui per oneri assicurativi e per la sicurezza
Missione Lavoro a Oristano: 105 tirocini, domande entro 31 ottobre


ORISTANO - Entro il 31 Ottobre i disoccupati e le aziende operanti nei comuni del Plus del distretto di Oristano che intendono partecipare all’iniziativa (Allai, Baratili S.Pietro, Bauladu, Cabras, Milis, Narbolia, Nurachi, Ollastra, Oristano, Palmas, Arborea, Riola Sardo, Samugheo, San Vero Milis, Santa Giusta, Siamaggiore, Siamanna, Siapiccia, Simaxis, Solarussa, Tramatza, Villanova Truschedu, Villaurbana, Zeddiani, Zerfaliu), possono dare la disponibilità ad attivare tirocini della durata di 12 mesi o 6 mesi. Le aziende dovranno erogare mensilmente ai tirocinanti un’indennità di almeno 600 euro e riceveranno un contributo annuo 7.200 Euro, un incentivo di 150 euro mensili per il tutoraggio e fino a un massimo di 1.800 euro annui per oneri assicurativi e per la sicurezza. Il numero dei tirocini da attivare per i residenti nei Comuni varia da 1 nei comuni con popolazione inferiore a 500 abitanti fino ai 33 previsti per il Comune più grande, Oristano.

«Per la realizzazione delle attività sono stati stanziati complessivamente un milione 134 mila Euro per un totale di 105 tirocini finanziabili della durata di 12 mesi – osserva il Presidente del PLUS di Oristano Maria Obinu -. Missione lavoro era uno dei progetti più attesi dai comuni del Plus. Si mettono a disposizione borse lavoro che serviranno a persone che vivono reali situazioni di disagio. Potranno reinserirsi lavorativamente. Finalmente mettiamo in campo risorse importanti per far fronte a una seria difficoltà sociale. L’avvio di questa attività conferma anche che, nonostante le difficoltà ad operare, il PLUS sta andando avanti realizzando azioni che possono incidere sul tessuto sociale».

Possono attivare i tirocini le imprese private, i liberi professionisti, gli enti pubblici, le fondazioni e le associazioni con sede operativa nell’ambito del distretto Plus di Oristano. Il numero dei tirocini attivabili contemporaneamente è definito in proporzione alle dimensioni dell’attività che li ospita. I tirocinanti devono avere un’età non inferiore a 16 anni ed aver assolto l’obbligo scolastico, essere residenti in uno dei Comuni del PLUS di Oristano, trovarsi in stato di disoccupazione o inoccupazione ed essere iscritti all’anagrafe di uno dei CSL della Provincia di Oristano, non avere beneficiato, nell’anno in corso, di interventi finalizzati a sostenere lo stato di disoccupazione o inoccupazione per un importo complessivo di 3mila euro. Non possono avere prestato attività lavorativa all’interno dell’azienda o dello stesso gruppo che attiva il tirocinio, avere prestato attività lavorativa per lo svolgimento delle stesse mansioni con altri datori di lavoro salvo che siano trascorsi almeno due anni dall’ultima interruzione, avere già svolto un tirocinio con lo stesso soggetto ospitante, avere già svolto un tirocinio per il medesimo profilo professionale, con altro soggetto ospitante, avere un rapporto di parentela o di affinità entro il secondo grado con il legale rappresentante, con i soci o con gli amministratori del soggetto ospitante.
Commenti
8:45
Nell´intesa l´esecutivo si impegna a promuovere l´approvazione da parte del Consiglio regionale, nei tempi più brevi possibili, di un disegno di legge che garantisca la copertura finanziaria al completamento delle progressioni 2011-2013
16:22
La denuncia dell´ O.S.A.P.P. descrive una situazione «oramai divenuta insostenibile» nel carcere sassarese, e il segretario regionale annuncia una mobilitazione della categoria
12:07
«Dopo il lavoro svolto in questi mesi dall’Assessorato insieme alle parti sociali, accogliamo con favore la chiusura dell’accordo tra sindacati e azienda per il mantenimento produttivo e la salvaguardia dell’occupazione alla Sarmed di Villacidro», ha dichiarato l’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras
© 2000-2016 Mediatica sas