Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesardegnaPoliticaTurismo › Regione: 2milioni per il settore turistico
Red 22 febbraio 2019
Due nuovi contratti di sviluppo cofinanziati dalla Giunta regionale, su proposta dell´Assessorato della Programmazione: subito 124 nuovi posti di lavoro
Regione: 2milioni per il settore turistico


CAGLIARI - Altri due contratti di sviluppo cofinanziati dalla Regione autonoma della Sardegna, su proposta dell’Assessorato della Programmazione. Oggi (venerdì), la Giunta regionale ha dato il via libera al progetto presentato dalle società Esmeralda e Downtown per l’attuazione di due progetti di investimento, uno per l’ampliamento di una struttura ricettiva a Pula, nel rigoroso rispetto delle norme urbanistiche in vigore, l’altro per la creazione di una nuova unità produttiva attraverso la ristrutturazione e la gestione di un complesso immobiliare a Cagliari.

Il valore complessivo dell’investimento è di 28milioni di euro: l’importo sarà cofinanziato dal Ministero per lo Sviluppo economico con 6,9milioni e dalla Regione con un milione. L’ampliamento della struttura di Pula porterà ventinove posti di lavoro, il nuovo complesso nel capoluogo quarantacinque, per un totale di settantaquattro nuovi occupati. Il secondo progetto approvato oggi dalla Giunta, presentato dalla società Bluserena, prevede un programma di sviluppo di attività turistiche con il recupero ed il completamento di un complesso in località “Maccia Boina”, nel Comune di Badesi. Il valore complessivo dell’investimento è di 29,3milioni, di cui 7 statali ed uno regionale. Con questo intervento, verranno creati cinquanta nuovi posti di lavoro.

Mise e Regione hanno deciso di promuovere e cofinanziare questi progetti, perché li consideriamo di rilevante e significativo impatto per il rafforzamento del tessuto produttivo ed economico: si interviene su strutture esistenti per renderle più adeguate alle esigenze turistiche, tutelando l’ambiente e con l’obiettivo di allungare ed incrementare il flusso dei turisti, strategia indispensabile per fare del turismo una reale occasione di sviluppo per tutta la Sardegna. Con i contratti di sviluppo non si interviene solo nel settore turistico: sono già stati cofinanziati due importanti progetti nel settore manifatturiero nella Sardegna centrale, Alimenta (latte ovino in polvere) ed Antica fornace (O-Rings, guarnizioni in gomma), per consentire l’ampliamento degli stabilimenti o la creazione di nuovi, favorire l’incremento della produzione e la creazione di nuovi posti di lavoro. Inoltre, ci sono gli accordi di innovazione, dove il filo conduttore è l’alta tecnologia, come i progetti Bat per i rilevatori satellitari a Decimomannu ed Avio a Villaputzu e Perdasdefogu per la costruzione delle componenti del lanciatore Vega. Infine, i contratti di filiera sull’agroalimentare, in particolare frutta in guscio, olio e carne bovina, prodotti che, da un lato, grazie ad una maggiore produzione, servano come nostre materie prime, e dall’altro siano in grado di conquistare sempre più i mercati nazionali e internazionali. Si tratta dunque di una serie di interventi che hanno riguardato tutti i settori e tutte le aree geografiche della Sardegna, costa ed aree interne dal nord al sud, passando per il centro.

Nella foto: l'assessore regionale Raffaele Paci
Commenti
21/5/2019
«La Regione faccia uscire subito il bando, è necessario che diventi triennale», ha dichiarato Mauro Murgia, vicepresidente regionale di Federalberghi Sardegna, che ieri mattina ha partecipato ad un incontro convocato dall’assessore regionale al Lavoro Alessandra Zedda
© 2000-2019 Mediatica sas