Skin ADV
Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesardegnaPoliticaAgricoltura › Aras: quarto acconto da Laore Sardegna
Red 22 dicembre 2018
E´ stato firmato giovedì, dall´Agenzia regionale, il trasferimento del quarto acconto, da quasi 3milioni di euro, per le prestazioni svolte nelle aziende zootecniche
Aras: quarto acconto da Laore Sardegna


CAGLIARI - L’Agenzia regionale Laore Sardegna ha firmato giovedì il trasferimento del quarto acconto, da 2.936.637,33euro, verso l’Associazione regionale allevatori della Sardegna per le prestazioni di assistenza tecnica svolte da veterinari ed agronomi nelle aziende zootecniche sarde. Gli ultimi 400mila euro, su un totale per il 2018 di 13,8milioni previsto dalla convenzione tra Laore ed Aras, saranno erogati una volta completati i controlli generali sulle rendicontazioni relative alle prestazioni svolte.

«Questo importante aggiornamento sul piano finanziario e sul contesto generale della vertenza Aras – ha osservato l’assessore regionale dell’Agricoltura Pier Luigi Caria – arriva a ventiquattro ore dall’approvazione da parte del Consiglio regionale della legge, proposta dalla Giunta, che prevede l’ingresso del personale dell’Associazione nella pianta organica di Laore Sardegna. Le nuove risorse, messe in disponibilità grazie a un lavoro straordinario degli uffici di Laore, coordinati dal direttore generale Maria Ibba, serviranno ai commissari liquidatori nominati dal Tribunale di Cagliari per rimettere in moto i pagamenti delle buste paga dei dipendenti che, da mesi, attendono le dovute retribuzioni rallentate purtroppo dallo stato di crisi e di dissesto economico in cui è precipitata Aras».

Nella foto: l'assessore regionale Pier Luigi Caria
Commenti
13:21
Il Centro studi agricoli dice no alla proposta del piano produttivo del pecorino romano dop 2019/2022 presentata dal Consorzio di tutela. La proposta non conterrebbe norme chiare e severe per limitare le sovraproduzioni per chi supera i quantitativi stabiliti. Troppe le deroghe presenti che renderanno vani gli intenti. Rischio che, dopo un anno dalla sua approvazione, si possa ripetere la crisi sul prezzo del latte. Norme e contenuti da rivedere
© 2000-2019 Mediatica sas