Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizienuoroCronacaArresti › Operazione antidroga: un arresto ad Orani
Red 4 dicembre 2018
Dalle 6 di venerdì, i militari della Compagnia Carabinieri di Ottana, con il supporto dello Squadrone Eliportato cacciatori di Sardegna, hanno fatto scattare una vasta operazione finalizzata alla repressione ed al contrasto del traffico e dello spaccio di stupefacenti nel territorio comunale di Orani, con diverse perquisizioni nel centro storico del paese, in diversi ovili e nelle campagne
Operazione antidroga: un arresto ad Orani


ORANI - Dalle 6 di venerdì, i militari della Compagnia Carabinieri di Ottana, con il supporto dello Squadrone Eliportato cacciatori di Sardegna, hanno fatto scattare una vasta operazione finalizzata alla repressione ed al contrasto del traffico e dello spaccio di stupefacenti nel territorio comunale di Orani, con diverse perquisizioni nel centro storico del paese, in diversi ovili e nelle campagne. Contemporaneamente, sono partiti i servizi coordinati di controllo del territorio per intensificare l’attività ispettiva su persone e mezzi sulle principali arterie stradali della giurisdizione, le Strade statali 131 e 129. L’operazione, prolungatasi fino alle prime ore di sabato, ha permesso ai militari della Stazione di Orani e dell’Aliquota Operativa della Compagnia di trovare un’elevata quantità di stupefacente, munizioni illegalmente detenute e due veicoli rubati.

In particolare, durante i controlli e le perquisizioni svolte nelle campagne, è stato arrestato un 62enne nuorese, già noto alle Forze dell'ordine, colto nella flagranza di detenere abusivamente, nei terreni e nelle pertinenze dell’ovile nelle campagne di Orani, oltre 23chilogrammi di marjiuana suddivisa in quarantasei sacchetti per sottovuoto, celati in grossi bidoni di plastica nascosti in un anfratto roccioso coperto da cespugli e vegetazione, e sessantanove munizioni calibro38 special custodite in un recipiente di plastica occultato anch’esso nell’anfratto roccioso. Venivano anche rinvenuti materiali e mezzi per il confezionamento, sequestrati con la sostanza stupefacente.

Inoltre, nel fondo agricolo erano stati nascosti due autoveicoli (un Mercedes Vito ed una Fiat Scudo) provento di furti avvenuti uno a Nuoro a novembre e l'altro ad Oliena, nell’agosto 2015. L’arrestato, accusato di detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, detenzione abusiva di munizionamento e ricettazione, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato nella Casa circondariale di Nuoro a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Ieri mattina (lunedì), l'arresto è stato convalidato ed è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Durtante l’attività svolta ad Orani, è stato deferito in stato di libertà un 38 enne, già noto alle Forze dell'ordine, poiché ritenuto responsabile della detenzione abusiva di 400grammi di marjiuana, nascosta in una casa del centro storico, di cui aveva la disponibilità. Inoltre, in un altro immobile a lui in uso, è stato accertato un allaccio abusivo di corrente elettrica dalla rete di distribuzione principale e pertanto veniva anche deferito per furto aggravato di energia elettrica. Dovrà quindi rispondere di detenzione illecita di sostanza stupefacente e furto di energia.
Commenti
18/4/2019
Ieri mattina, la Polizia di Stato di Olbia ha arrestato un 33enne bosniaco per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Trovati sei involucri di cellophane contenenti hashish e cocaina, per un peso complessivo rispettivamente di circa 35 e 10grammi. Inoltre, è stato rinvenuto un bilancino di precisione e 750euro in banconote di piccolo taglio
17/4/2019
Proseguono le operazioni a contrasto allo spaccio ed alla diffusione di sostanze stupefacenti. Due le persone arrestate e ventuno quelle segnalate alla Prefettura (quattro i minorenni). Sequestrati 7,5chilogrammi di cocaina, 49,17grammi di hashish, 24grammi di marijuana ed undici spinelli
17/4/2019
E´ stato arrestato ad Adria (Rovigo) dalla sezione catturandi della Squadra mobile. Undici mesi e 28 giorni la condanna definitiva per il 27enne che si è dichiarato “apolide”, ma è probabilmente di origine serba
18/4/2019
I militari della Compagnia di Sassari sono riusciti ad individuare il presunto rapinatore nel giro di un paio di giorni, identificandolo in un 26enne ozierese. Questa mattina, il fermo è stato convalidato, con contestuale disposizione da parte del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari, della misura della custodia cautelare in carcere
© 2000-2019 Mediatica sas