Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziealgheroPoliticaLavoro › Vertenza Achantus: interrogazione dei Riformatori in Regione
Red 6 novembre 2018
La protesta ha ricevuto il sostegno dell´Amministrazione comunale di Olmedo, al quale si è aggiunta l´iniziativa dell´assessore ai Lavori pubblici Fabio Pala, che prontamente ha interessato della vicenda il gruppo in Consiglio regionale ed in particolare il consigliere Michele Cossa per presentare un´interrogazione all´Assessorato competente, per arrivare ad una positiva risoluzione della vertenza
Vertenza Achantus: interrogazione dei Riformatori in Regione


OLMEDO – Venerdì, i soci ed i lavoratori della Cooperativa Achantus hanno occupato la sala consiliare del Comune di Olmedo per manifestare la situazione che nei giorni scorsi ha portato al licenziamento di oltre trenta dipendenti impiegati sui cantieri della Sassari-Olbia [LEGGI]. La protesta ha ricevuto il sostegno dell'Amministrazione comunale di Olmedo, al quale si è aggiunta l'iniziativa dell'assessore ai Lavori pubblici Fabio Pala (Riformatori sardi), che prontamente ha interessato della vicenda il gruppo in Consiglio regionale ed in particolare il consigliere Michele Cossa per presentare un'interrogazione all'Assessorato competente, per arrivare ad una positiva risoluzione della vertenza.

Considerato che le aziende sarde hanno perso, causa svariati fallimenti oppure mancati pagamenti, oltre seicento posti di lavoro e piú di 50milioni di euro, appare emblematica la posizione della Acanthus, che vantando un credito di 2,3milioni di euro si è trovata costretta a procedere alla risoluzione dei contratti di lavoro per trentadue operai e sei impiegati. Appare, perciò, assolutamente condivisibile l'appello della cooperativa, a veder saldato quanto dovuto, nei confronti di Anas, Regione ed Italiana costruzioni (aggiudicataria dei lotti 3,5 e 6).

«Nessuno che rappresenti le Istituzioni in Sardegna può sentirsi sollevato -sostiene Pala - dal dovere etico e politico di salvaguardare i posti di lavoro e il sacrosanto diritto delle imprese sarde a vedere riconosciute le proprie spettanze in un sistema che già le vede troppo spesso soccombenti nella condizione più debole del subappalto». Nella convinzione che la Sardegna non debba pagare un prezzo ulteriore rispetto alla crisi generale del Paese, i Riformatori sardi aprono un focus sul problema occupazionale investendo della massima responsabilità la Giunta regionale chiamata, in questo modo, ad aprire un tavolo istituzionale con tutti i soggetti interessati ipotizzando e realizzando, in questo modo, un osservatorio permanente sulle aree produttive per prevenire, con iniziative possibili, degenerazioni che portino a vertenze lavorative e cessazioni di attività.
Commenti
22:01
Pubblicato lunedì l´avviso pubblico di selezione per cinque potatori specializzati, due manovali comuni ed un perito agrario. Le domande si possono presentare al Centro per l´impiego entro la giornata di venerdì
© 2000-2018 Mediatica sas