Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesardegnaPoliticaAgricoltura › Tavolo latte ovicaprino: «incontro positivo»
Red 14 settembre 2018
«Nessun surplus di latte. Dalla prossima settimana, un gruppo ristretto lavorerà per superare le criticità», ha dichiarato ieri mattina a Cagliari l´assessore regionale dell´Agricoltura Pier Luigi Caria
Tavolo latte ovicaprino: «incontro positivo»


CAGLIARI - Compattezza e necessità di lavorare assieme per superare le criticità sono le parole d’ordine che hanno animato il Tavolo del latte sull’ovicaprino, convocato ieri (giovedì) a Cagliari dall’assessore regionale dell’Agricoltura Pier Luigi Caria, con tutti i componenti della filiera. «Dall’incontro, arriva un messaggio forte e deciso contro quelli che, sbagliando, vorrebbero speculare sul comparto e quindi sul futuro di tanti lavoratori e delle loro famiglie. Siamo tutti uniti da un unico obiettivo: tutelare il prezzo del latte da speculazioni ignobili che spesso, alimentate da chiacchiericci o discutibili informazioni rilasciate pubblicamente o agli organi di stampa, mettono a rischio un precario equilibrio che per decine di migliaia di pastori può provocare danni economici gravissimi».

Così Caria, che ha aggiunto: «Riconosciuto ormai da tutti che non esiste alcuna sovrapproduzione di latte, come abbiamo dimostrato alcuni mesi fa con dati ufficiali elaborati da Agris. Bisogna mettersi subito al lavoro per regolamentare la trasformazione lattiero-casearia e la commercializzazione. Già dalla prossima settimana sarà operativo un gruppo ristretto di esperti e rappresentanti della filiera che, con il supporto degli uffici dell’Assessorato, lavoreranno sulla prossima stagione ormai alle porte».

«Abbiamo individuato la possibile debolezza del sistema e tutti insieme stiamo trovando le soluzioni per superarla. Il Tavolo tecnico darà inoltre un supporto in più all’avvio delle attività dell’Organismo interprofessionale latte ovino sardo», ha concluso l'assessore. All’appuntamento di ieri erano presenti tutte le associazioni di categoria agricola e della cooperazione, le rappresentanze dei tre Consorzi di tutela dei pecorini Dop (Romano, Fiore e Sardo), il mondo del credito, i trasformatori privati e delle cooperative, l’Oilos ed i direttori generali dell'Assessorato regionale dell’Agricoltura ed Agenzie Agris, Laore ed Argea.

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas