Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziecagliariAmbienteAnimali › Caretta caretta: due schiuse al Poetto
Red 30 agosto 2018
Settantasei esemplari di tartaruga Caretta caretta sono nati nella notte tra mercoledì e giovedì sulla spiaggia del Poetto, nel territorio comunale di Quartu Sant´Elena e hanno raggiunto il mare guadagnando l´acqua dallo stabilimento Alta marea e dal Lido mediterraneo
Caretta caretta: due schiuse al Poetto


CAGLIARI – Settantasei esemplari di tartaruga Caretta caretta sono nati nella notte tra mercoledì e giovedì sulla spiaggia del Poetto, nel territorio comunale di Quartu Sant'Elena e hanno raggiunto il mare guadagnando l'acqua da due differenti nidi: uno all'altezza dello stabilimento Alta marea e l'altro davanti al Lido mediterraneo. Questa notte le schiuse, segnalate dagli esercenti al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, sono state seguite dalla Rete regionale per la conservazione della fauna marina, coordinata dall'Assessorato regionale dell'Ambiente, dal direttore dell’Area marina protetta Capo Carbonara Fabrizio Atzori, con alcuni collaboratori, dai tecnici del Centro recupero tartarughe marine Laguna di Nora, dai biologi dell'Istituto per l'ambiente marino costiero del Cnr di Oristano e dagli stessi agenti forestali con il dirigente Giovanni Monaci.

Presente anche la Capitaneria di Porto. I nidi sono stati delimitati e presidiati tutta la notte dalla Forestale e lo saranno per almeno dieci giorni, per garantire la salvaguardia di altre eventuali schiuse. L'Assessorato regionale della Difesa dell'ambiente ha inoltrato una richiesta di interdizione alla pesca ed alla navigazione nei tratti costieri interessati.

«Un evento eccezionale per la spiaggia del Poetto piuttosto popolata tutto l'anno», commenta l'assessore regionale della Difesa dell'ambiente Donatella Spano che, all'inizio della stagione riproduttiva, aveva lanciato un appello ai comportamenti corretti e chiesto di evitare di portare al mare confezioni di plastica, dopo l'avvistamento di un esemplare adulto in esplorazione sullo stesso tratto di spiaggia. «Rinnovo la richiesta di collaborazione a residenti e a turisti, come hanno già fatto i concessionari balneari, anche in questa occasione. In tal modo consentiamo alla specie di continuare a scegliere la Sardegna come habitat riproduttivo», conclude Spano.
Commenti
17/12/2018
A Porto Torres è ancora allarme randagismo. Ritorna la paura legata agli attacchi ingiustificati del branco di cani che trovano rifugio nella zona industriale. Ad essere aggredita questa volta una donna
© 2000-2018 Mediatica sas