Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziealgheroCronacaPorto › La prima volta del servizio al porto. Alghero: 884mila euro per i rifiuti
S.O. 20 giugno 2018
La città di Alghero non aveva mai avuto il servizio di raccolta dei rifiuti, così come previsto per legge, dedicato all´area portuale. Gara aggiudicata definitivamente alla Consir Srl: atti in regione per la firma del contratto. 884mila euro circa il valore della gara per tre anni di servizio
La prima volta del servizio al porto
Alghero: 884mila euro per i rifiuti


ALGHERO - L'escamotage utilizzato da decenni a questa parte, con i pochi cassonetti posizionati ai varchi di uscita delle aree portuali, così da accollare il mezzo servizio alle società che gestiscono la nettezza urbana in città, è destinato a finire: Aggiudicato definitivamente a favore del raggruppamento temporaneo d'imprese con capofila la Consir Srl, il servizio triennale di raccolta e gestione dei rifiuti prodotti nelle aree portuali nel Comune di Alghero, Fertilia, Porto Conte e Tramariglio (dal capitolato rimangono escluse le attività commerciali che usufruiscono del nuovo servizio comunale).

«Per la prima volta il Porto di Alghero avrà un servizio di gestione dei rifiuti dedicato. E' un passo importante, che necessariamente prevederà una prima fase di insediamento e organizzazione logistica, ma che dovrà garantire finalmente standard di decoro in linea con le aspettative dei diportisti e della città». L'annuncio è dell'assessore all'Ambiente Raniero Selva, che sottolinea il lungo lavoro realizzato in questi anni dall'Amministrazione di concerto con i numerosi enti competenti, che ha inizialmente portato all'elaborazione del Piano di Gestione della Raccolta, strumento di cui il Comune era fino ad oggi sprovvisto, sulla cui base si è potuto procedere all'appalto odierno.

Gara esperita su aree demaniali con apposita delega dei competenti uffici della Regione Sardegna e della Capitaneria di Porto, secondo quanto previsto nel Piano adottato con Ordinanza n.12 del 2016 emessa dall'Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero. Così come previsto dall'iter, gli uffici regionali hanno regolarmente ricevuto tutti i documenti di gara al fine di procedere con la firma contrattuale e il definitivo avvio del servizio. Adesso spetterà al concessionario la riscossione della tariffa direttamente dagli utenti: 884mila euro circa il valore della gara, corrispondete al complessivo delle tariffe da riscuotere per tutta la durata del contratto (tre anni), quale corrispettivo dei lavori oggetto della concessione.

Il servizio riguarda la pianificazione della raccolta dei rifiuti prodotti dalle navi (barche) che fanno scalo o sostano nell’ambito nei porti di Alghero e Fertilia, compresi gli approdi di Porto Conte e Tramariglio. Comprende i servizi di carico dei rifiuti consegnati dai produttori, il trasporto e lo smaltimento degli stessi secondo la frequenza necessaria ad una ottimale gestione del servizio; lo smaltimento degli oli esausti, dei filtri dell’olio e delle batterie al piombo; la fornitura di contenitori stradali, bidoni carrellati, secchielli, mastelli, sacchetti ed altre attrezzature occorrenti per la raccolta differenziata dei rifiuti; distribuzione dei contenitori e dei sacchi alle varie utenze per le raccolte e posizionamento dei contenitori; il lavaggio e disinfezione dei contenitori, compresa l’area di stazionamento; la costruzione, allestimento e gestione di oasi ecologiche previste dal Piano di Raccolta e il servizio di raccolta dei rifiuti e pulizia delle aree interessate dall'eventuale scarico abusivo di rifiuti.

Per l’esecuzione del servizio è previsto l’impiego giornaliero di almeno due operatori appositamente abilitati, per almeno 22 ore per settimana (sette giorni su sette), con l’individuazione di almeno un capo squadra responsabile. «E' un passaggio importante perché chiude un iter lungo e complesso» conclude Raniero Selva che ringrazia pubblicamente il Consorzio del Porto «per la responsabile collaborazione con cui si gestiscono fino ad oggi numerosi servizi» e gli uffici comunali per «l'instancabile costanza nella gestione di fasi tanto delicate, con ricadute importanti sull'ambiente, la città e l'immagine turistica della Riviera del Corallo».

Nella foto: il porto di Alghero, per la prima volta avrà il servizio rifiuti dedicato
Commenti
10:19
Così era previsto nelle vecchie linee del Piano regolatore del porto, oggi tutto da rifare secondo il decreto “correttivo porti” entrato in vigore nel febbraio scorso. La riforma stabilisce che il nuovo piano dovrà rispettare le linee portanti del piano regolatore di sistema portuale della Port Authority
© 2000-2018 Mediatica sas