Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesassariAmbienteAmbiente › Comunicare l´ambiente a Sassari
Red 16 aprile 2018
Cambiamenti climatici: quali prospettive ci attendono? Sergio Ginesu affronta l’argomento in un convegno in programma domani sera, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna, in Via Carlo Alberto 7
Comunicare l´ambiente a Sassari


SASSARI - Si parlerà di cambiamenti climatici, di desertificazione, ma anche di informazione su questi importanti temi, che non sempre vengono affrontati dai media nel modo più corretto. A farlo sarà il geologo Sergio Ginesu, già professore ordinario di Geomorfologia nell’Università degli studi di Sassari, che si è occupato per oltre quarant’anni della formazione del paesaggio e della sua evoluzione nel tempo, in particolare in Sardegna e nel Mediterraneo occidentale.

L’occasione per discutere sull’argomento è offerta dall’Associazione culturale Ma… Donne che, con la sua presidentessa Brunilde Giacchi, ha organizzato il nuovo ciclo di incontri 2018 dal titolo “Comunicare l’ambiente”. L’incontro, aperto a tutti, è previsto per domani, martedì 17 aprile, alle 17.30, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna, in Via Carlo Alberto 7, a Sassari.

Coordinerà la serata Daniele Dettori, rappresentante della sezione sassarese di Italia Nostra onlus, da sempre attenta a questi temi e che ha da poco inaugurato la nuova sede in Viale Dante 40/A, a Sassari. Interverranno come sempre anche gli studenti dell’Iti Angioy cittadino, questa volta con una lettura scenica a cura di Riccardo Mansani dal titolo “Il Ferro”, tratto dal libro “La tavola periodica”, di Primo Levi. L’incontro, al termine del dibattito che si aprirà tra i presenti ed il pubblico in sala, si chiuderà con l’attesa esibizione degli allievi del Conservatorio Luigi Canepa di Sassari.
Commenti
19/7/2018
In fondo, ogni bene pubblico necessità di costanti risorse per garantirne la salvaguardia, e se questi fondi non possono essere reperiti da introiti come suolo pubblico o parcheggi a pagamento, come nel caso dei bastioni, il biglietto d’ingresso diventa una delle poche strade percorribili
7:11
I falchi potranno essere utilizzati per l’allontanamento volatili in tutti i luoghi pubblici o privati in qualsiasi periodo dell’anno. Lo ha deciso martedì la Giunta regionale, su proposta dell’assessore della Difesa dell’ambiente Donatella Spano
© 2000-2018 Mediatica sas