Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziecagliariPoliticaAmbiente › No alle scorie nucleari: Spano incontra i manifestanti
Red 12 settembre 2017
Questa mattina, l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente ha ribadito il no deciso del Governo regionale sull´argomento. «Chiara la volontà del Consiglio regionale, no assoluto ad un’altra servitù», sottolinea il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau
No alle scorie nucleari: Spano incontra i manifestanti


CAGLIARI - «Non consentiremo un'altra servitù sulla Sardegna. La posizione del governo regionale contro il nucleare è infatti sempre stata chiara dal 2015 e lo ribadiamo con forza in tutte le occasioni: il nostro è un no deciso a un deposito delle scorie in Sardegna perché in direzione opposta al volere del popolo sardo e alla nostra idea di sviluppo. Abbiamo deciso di condividere con altri soggetti istituzionali interessate le osservazioni della Regione nel procedimento di valutazione ambientale strategica per il Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi e domani l'Assessorato trasmetterà il documento al Ministero dell'Ambiente. Un documento che in chiusura ribadisce il no al nucleare della Sardegna».

Lo ha dichiarato l'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano, che questa mattina (martedì) ha incontrato gli attivisti del Comitato NonucleNoscorie davanti al Consiglio regionale. Ad oggi, ancora non è stata resa pubblica la “Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee”, sulla quale la posizione nettamente contraria è stata espressa davanti al Consiglio regionale, al ministro dell'Ambiente ed al Ministero per lo Sviluppo economico.

«Sono qui per ribadire il nostro no assoluto all’ipotesi che la Sardegna possa essere individuata come sito per il deposito unico delle scorie nucleari perché su questo si sono già espressi i sardi e si è espresso più volte e chiaramente anche il Parlamento sardo», ha rilanciato il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau. «Non credo ci sia alcun dubbio sulla volontà, espressa dall’Assemblea sarda anche di recente, di respingere con forza ogni ipotesi a riguardo, al momento neanche in campo per quello che ne sappiamo. Ribadisco la massima contrarietà del Consiglio regionale – ha aggiunto Ganau - ad ogni ipotesi di individuazione di siti nel nostro territorio. Se ci sarà anche solo un tentativo di portare un deposito di scorie nucleari in Sardegna – ha concluso il massimo rappresentante dell’Assemblea sarda - sarò pronto ad incatenarmi con voi. È un impegno che presi pubblicamente nel 2015 e che intendo mantenere qualora fosse necessario perché sono assolutamente convinto che la Sardegna abbia dato anche troppo in tema di servitù, e questo non può più essere consentito».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
16/11/2017
Porto Torres figura tra i 61 comuni finalisti al Premio comuni virtuosi, promosso dall´Associazione comuni virtuosi con il patrocinio del ministero dell´Ambiente e di Anci
14:34
Lo straordinario lavoro in corso nell´ultimo tratto alberato di Maria Pia, fa riemergere un nuovo tratto pinetato di straordinario valore ambientale
16/11/2017
Cresce il decoro ad Alghero. Al via la distribuzione delle nuove attrezzature. Tutto pronto per l´avvio ufficiale del nuovo appalto d´igiene urbana. Cambiano le frequenze e si allineano al resto d´Italia
15/11/2017
Hanno tentato di mostrare I’altro volto del contributo di sbarco, gli operatori del parco riuniti nell’associazione AssoAsinara. Quarantadue soggetti presenti all’audizione di ieri mattina in consiglio comunale; un confronto che ha messo sul piatto le diverse problematiche dell’isola dell’Asinara
© 2000-2017 Mediatica sas