Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieportotorresCronacaIncendi › Tre auto incendiate in 20 giorni: a Porto Torres cresce la paura
Mariangela Pala 19 maggio 2017 video
I piromani hanno colpito ancora. Ieri notte poco dopo l’una hanno appiccato il fuoco ad una Smart Cabrio parcheggiata in via Canepa, zona Monte Agellu, proprio sotto l’abitazione del proprietario, Antonio Tolu, un muratore di Porto Torres
Tre auto incendiate in 20 giorni: a Porto Torres cresce la paura


PORTO TORRES - I piromani hanno colpito ancora. Ieri notte poco dopo l’una hanno appiccato il fuoco ad una Smart Cabrio parcheggiata in via Canepa, zona Monte Agellu, proprio sotto l’abitazione del proprietario, Antonio Tolu, un muratore di Porto Torres. Il violento incendio divampato in pochi secondi pare sia stato innescato con il solito metodo della diavolina posizionata nella ruota anteriore. Da lì le fiamme in breve tempo hanno divorato la vettura, andata completamente distrutta.

Il rogo ha anche danneggiato la finestra del primo piano della palazzina, fortunatamente disabitata, e annerito i muri della casa. Il fumo ha raggiunto anche i piani superiori. Le macchine parcheggiate vicino alla Smart sono state spostate in tempo per evitare il rischio che il fuoco potesse danneggiarle. Un violento incendio domato solo con l’intervento tempestivo dei vigili urbani, i quali hanno dovuto faticare per circa mezz’ora al fine di contenere le fiamme ed evitare danni maggiori. L’allarme era partito da alcuni residenti che hanno allertato i proprietari e le forze dell’ordine.

Sul posto anche i carabinieri guidati dal comandante Romolo Mastrolia che non escludo si tratti dell’ennesimo atto incendiario doloso. Con l’ auto di ieri, sale a sei il numero delle macchine date alle fiamme in città dall’inizio dell’anno, ma il bilancio delle attività degli incendiari a Porto Torres comincia ad assumere numeri consistenti: complessivamente in quasi cinque anni sono 66 le macchine interessate dagli incendi. E in alcuni casi potrebbe esserci la stessa mano.

La zona di Monte Agellu appare inoltre la più colpita da episodi di questo tipo, nonostante sia uno dei quartieri più popolosi e questo desta maggiore preoccupazione da parte della popolazione che non si sente protetta e la disperazione sta diventando un sentimento che purtroppo in città accomuna ormai numerosissimi cittadini, considerata l’incredibile escalation di incendi d’auto che nell’ultimo periodo si susseguono con una frequenza che non può non preoccupare. Non basta l’indignazione delle istituzioni, all’amministrazione la gente chiede di affrontare la situazione sicurezza nelle sedi opportune.

Le zone della città sono sempre diverse, i roghi non sono concentrati in un unico quartiere: due giorni fa è stata distrutta dal fuoco una Bmw di proprietà di un commerciante, dentro l’abitazione del proprietario, in zona Li Pidriazzi e, circa 20 giorni fa è toccato ad un titolare di imprese funebri. E per questo che l’allarme cresce, poiché questi atti criminali all’apparenza non hanno alcun movente e ciò significa che chiunque potrebbe ritrovarsi nella medesima situazione.
Commenti

© 2000-2017 Mediatica sas