Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesardegnaEconomiaAgricoltura › Sabato e domenica Caseifici aperti
S.O. 16 maggio 2017
La manifestazione organizzata dal Consorzio di tutela del Pecorino romano Dop quest´anno coinvolge 13 aziende casearie regionali, circa il 50 per cento di quelli autorizzati alla produzione
Sabato e domenica Caseifici aperti


NUORO - Per il secondo anno consecutivo i caseifici sardi aprono al pubblico per far conoscere i metodi di produzione, i processi industriali all'avanguardia del settore e i tanti prodotti di eccellenza del comparto lattiero caseario isolano. Al via sabato 20 e domenica 21 maggio la seconda edizione di "Caseifici Aperti", la manifestazione organizzata dal Consorzio di tutela del Pecorino romano Dop e che quest'anno coinvolge 13 aziende casearie regionali, circa il 50 per cento di quelli autorizzati alla produzione. Durante le giornate, oltre alle visite guidate all'interno dei caseifici per raccontare le fasi della produzione, sono previsti show cooking con l'Unione cuochi regionale che prepareranno diversi piatti a base di Pecorino romano. In alcuni caseifici prenderanno parte gli studenti degli istituti scolastici locali impegnati nei percorsi scuola-lavoro. All'edizione del 2016 avevano partecipato 2mila visitatori e 1.000 studenti.

Partecipano all'edizione 2017 i caseifici: Lait latteria Ittiri; La Concordia di Pattada; Unione Pastori di Nurri; Armentizia Moderna di Guspini; Sa Costera di Anela; San Pasquale di Nulvi; Op Agriexport di Chilivani-Ozieri; Foi di Macomer; Sardaformaggi Buddusò; Argiolas Formaggi di Dolianova; Formaggi Aresu di Donori; Lacesa di Birori; Allevatori di Mores. Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre a Palitta, l'assessore regionale dell'Agricoltura, Pier Luigi Caria; il presidente dell'Unione Pastori di Nurri e presidente dell'Oilos (Organizzazione interprofessionale comparto ovino sardo), Salvatore Pala; Antonello Argiolas dell'omonima azienda casearia di Dolianova; Leonardo Tilocca Sa Costera di Anela.


«Anche questa seconda edizione si inserisce nel percorso che abbiamo attivato e ha l'obiettivo di valorizzare e promuovere le origini del gusto di questo prodotto – ha detto alla conferenza stampa di presentazione a Cagliari il presidente del Consorzio di tutela del Pecorino romano, Salvatore Palitta - è difficile far conoscere e assaggiare questo prodotto che negli anni ha avuto evoluzione positiva nel consumo da tavola anche per il basso contenuto si sale - aggiunge - con questo percorso vogliamo valorizzare il Romano nella nostra regione che purtroppo vanta ancora consumi molto bassi, solo l'1% contro il 25% dell'area di origine: ecco perché è importante far conoscere e fare promozione corretta sulla produzione». «Un'opportunità, soprattutto per i giovani, per visitare i caseifici sardi e per capire come si produce un formaggio fondamentale per la regione Sardegna e per l'intero comparto» ha aggiunto l'assessore regionale dell'Agricoltura, Pier Luigi Caria.
Commenti
17:03
Coldiretti Sardegna non ci sta alle accuse che arrivano dall’assessore regionale all’Agricoltura e conferma quanto detto durante la manifestazione che si è svolta venerdì scorso sulla Strada statale 131 all’altezza di Abbasanta
24/6/2017
La protesta inscenata oggi dal comparto agropastorale sardo dimostra ancora una volta che i 14milioni stanziati dalla maggioranza per fare fronte alla crisi del prezzo del latte non sono sufficienti, come abbiamo detto fin dal primo momento: servono almeno 40milioni, soldi che la Regione non è in grado di mettere in campo, perché non dispone di entrate sufficienti, dal momento che alla Giunta manca la capacità politica di esigere dal Governo le risorse che ci spettano, quote erariali in testa
© 2000-2017 Mediatica sas