Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotiziesassariPoliticaAmministrazione › «Stop allo spreco a Sassari»
Red 10 gennaio 2017
«Si alla donazione alimentare e distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici al fine di solidarietà sociale», dichiarano in consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, che hanno presentato una mozione
«Stop allo spreco a Sassari»


SASSARI - No allo spreco, si alla razionalizzazione delle donazioni di prodotti alimentari e farmaceutici. L’inverno, qualora ve ne fosse bisogno, accentua ed attualizza situazioni di criticità legate a condizioni di povertà estrema, alle esigenze di persone, a volte intere famiglie, che necessitano di generi alimentari e prodotti farmaceutici. Ma il quadro appena tracciato non può mostrarsi allo sguardo solo e soltanto nel periodo natalizio, perché è solo gli occhi di tutti che tali situazioni rappresentano, purtroppo, una realtà largamente diffusa che si manifesta nella quotidianità sassarese, sarda e italiana. A tal proposito, i portavoce in Consiglio Comunale del Movimento Cinque Stelle Sassari Desirè Manca, Maurilio Murru e Marco Boscani, hanno presentato una mozione sul tema della “Donazione alimentare e distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici al fine di solidarietà sociale”.

Il 14 agosto, è entrata in vigore la legge numero 166, legge riconducibile appunto alla materia sopra citata. La 166 è stata definita la “nuova normativa sullo spreco alimentare”, e avrebbe quindi il compito di «razionalizzare la disciplina sulle cessioni gratuite di beni, ampliando nel contempo le tipologie di prodotti che si possono cedere gratuitamente e disciplinando le regole da seguire, sia se la cessione riguarda generi alimentari, sia se è relativa a medicinali e prodotti di altro tipo». Come ogni legge, anche questa ha una sola ragion d’essere, raggiungere gli obiettivi preposti come, in primis, il favorire recupero e donazione delle eccedenze alimentari e farmaceutiche, ai fini di solidarietà sociale e destinandole in primis ad un utilizzo umano. Una gestione oculata della situazione avrebbe chiaramente come effetto anche un miglioramento legato alla riduzione dei rifiuti con conseguente diminuzione dell’impatto ambientale, attivando positivi meccanismi di informazione e sensibilizzazione rivolti soprattutto alle nuove generazioni.

In considerazione del fatto che sul territorio della città di Sassari esistono diverse associazioni che operano nel campo della solidarietà sociale, preso atto che la stessa città di Sassari non è purtroppo immune dal fenomeno dell’indigenza con un numero sempre maggiore di cittadini che si rivolgono alle suddette associazioni, il Movimento Cinque Stelle chiede che l’Amministrazione Comunale del sindaco Nicola Sanna si impegni a promuovere azioni ad hoc ed eventuali accordi tra operatori del settore alimentare e soggetti donatari attraverso lo strumento della riduzione della tariffa relativa alla tassa sui rifiuti, accordo da raggiungere calcolando un coefficiente di riduzione della tariffa proporzionale alla quantità, debitamente certificata, dei beni e dei prodotti ritirati dalla vendita e diventati oggetto di donazione. Massima attenzione, sempre, rivolta alla città ed ai cittadini, sempre.
Commenti
18/1/2017
Prosegue il percorso per la creazione della Destinazione Alghero per rilancio della competitività della Riviera del Corallo. Incontro giovedì 19 gennaio, alle ore 17, nella sala conferenze de Lo Quarter
© 2000-2017 Mediatica sas