Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaTasse › Ludopatia: 800euro alle prime tre attività che rimuoveranno le slot
A.B. 12 marzo 2016
Sono tre gli esercizi che hanno risposto al bando del Comune di Oristano per combattere la ludopatia e rimuovere le slot machine
Ludopatia: 800euro alle prime tre attività che rimuoveranno le slot


ORISTANO - Sono tre gli esercizi che hanno risposto al bando del Comune di Oristano per combattere la ludopatia e rimuovere le slot machine. «Il bando metteva a disposizione un incentivo di 800euro per i titolari di locali pubblici che intendano rimuovere le slot machine contribuendo a combattere un fenomeno che in Italia ha assunto dimensioni da vera e propria emergenza social»e, spiega il sindaco Guido Tendas.

«L’incentivo di 800euro sarà assegnato sotto forma di sgravio dalle imposte comunali – aggiunge l’assessore comunale alla Programmazione Giuseppina Uda - Attraverso questa iniziativa, diamo attuazione concreta a quanto deliberato dal Consiglio Comunale per contrastare e ridurre il rischio dalla dipendenza dal gioco d’azzardo patologico, nonché delle problematiche delle patologie correlate. Si tratta di un fenomeno allarmante, che in questo periodo di crisi economica si è ulteriormente aggravato. Secondo uno studio recentemente pubblicato dalla stampa, la Sardegna è la regione dove le slot machine sono più diffuse. Nella provincia di Oristano esistono 453 locali autorizzati, uno ogni 362 abitanti: numeri che ci collocano al decimo posto a livello nazionale. Un dato preoccupante che fa capire quanto sia importante adottare delle politiche di contrasto».

«L’adesione al bando comunale è un’iniziativa che vogliamo premiare – dicono Tendas ed Uda - Cosi come è nostro intendimento valorizzare tutte quelle attività che non hanno mai ospitato slot machine o che volontariamente hanno scelto di non ospitarle. Si tratta di buone prassi che speriamo siano seguite anche da altri esercizi in futuro per intensificare le azioni di contrasto alla diffusione del fenomeno delle ludopatie e di sensibilizzare cittadini e operatori a un problema che ha risvolti sociali impegnativi». Lunedì 21 marzo, ai titolari dei tre esercizi che hanno aderito al bando il sindaco e l’assessore consegneranno ufficialmente la vetrofania e i pannelli con la scritta “Io Non Gioco… D’Azzardo” da posizionare nei rispettivi locali.
Commenti
18/5/2018
Il Comune di Alghero condannato per l´inerzia amministrativa protrattasi dal 1998 al 2014. Una vera e propria mazzata per la città che si ritrova a dover saldare un´indennità superiore ai due milioni e mezzo di euro. Nei giorni scorsi la sentenza
19/5/2018
Maggio terribile per le casse pubbliche. Viene alla luce un nuovo errore amministrativo che appesantirà le finanze degli algheresi. Anche in questo caso la mazzata risale al 2007, quando in sede di composizione della graduatoria Erp veniva ingiustamente esclusa una famiglia avente diritto. 200mila euro il danno
18/5/2018
Dietro la scusa nobile dell’equità sociale, del tutto inesistente, si sta privatizzando uno dei servizi più importanti del Comune, la gestione dell’accertamento e riscossione dei tributi, compiendo una scelta anticiclica, laddove la tendenza di tutti gli enti pubblici, da quelli locali a quelli centrali, è quella di internalizzare il servizio e sottrarlo alle società private, che lucrano sul sacrificio fiscale dei cittadini
© 2000-2018 Mediatica sas