Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaPolitica › Ad Oristano, la resa dei conti Democratica
A.B. 27 febbraio 2016
Renato Soru convoca la riunione. Chiarimento finale il 5 marzo, con il segretario che ostenta serenità. Arriva dunque con una settimana di ritardo “la resa dei conti” all'interno del Pd
Ad Oristano, la resa dei conti Democratica


ORISTANO - Manca ancora ancora la comunicazione ufficiale, ma la conferma viene direttamente dal segretario regionale del Partito Democratico Renato Soru, a margine del convegno sulla legalità al Teatro Massimo di Cagliari, che ha visto la partecipazione del ministro Andrea Orlando. Stando a quanto raccolto dall'agenzia di stampa Dire, per sabato 5 marzo è stata convocata ad Oristano la Direzione Regionale del partito, con all'ordine del giorno la situazione politica.

Arriva dunque con una settimana di ritardo “la resa dei conti” all'interno del Pd, dopo che nell'ultima direzione si era parlato di massimo due settimane per la nuova convocazione. Obbiettivo non semplice sarà quello di venire a capo della situazione di stallo creatasi all'interno del partito, dopo le recenti spaccature nella Segreteria. I malumori sono da ricondurre ai metodi utilizzati da Soru nella guida del partito, con il segretario accusato di essere sordo alle indicazioni e suggerimenti delle correnti interne al Pd. In sostanza, una gestione del partito “padronale”, con una scarsa condivisione delle scelte.

La direzione del 13 febbraio si era conclusa di fatto con un ultimatum da parte di Soru: «nel prossimo incontro, ci saranno sole due conclusioni possibili: o una nuova Segreteria o la convocazione di un nuovo Congresso per la elezione di un nuovo segretario», aveva specificato. Sabato, si partirà dunque da qui, anche se oggi (sabato) Soru è apparso sereno ed ha ribadito le parole espresse nei suoi interventi nell'ultima Direzione: «noi non siamo il Parlamento, dove ci sono due visioni del mondo contrapposte, dove una governa e l'altra è all'opposizione: noi siamo una comunità che fa un congresso per scegliere chi per un certo periodo la guida. Ma siamo gli stessi, è come se all'interno di una famiglia ci fosse un'opposizione: non ha senso».

Nella foto: Renato Soru
Commenti
10:24 video
Il presidente della Regione Francesco Pigliaru e il presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi hanno firmato a Sassari, nell´Aula Magna dell´Università, il Patto per la Sardegna. Renzi, come ha ricordato il sindaco Nicola Sanna, è il secondo premier che viene in visita a Sassari (il primo fu Alcide De Gasperi nell’immediato secondo dopoguerra). Presenti tutte le massime istituzioni
11:06
Il portavoce nazionale del Movimento 5 Stelle e vicepresidente della Camera, insieme alla parlamentare sarda Emanuela Corda, si presenterà per sollecitare l´Agenzia delle Entrate nell´applicazione della legge 228
29/7/2016
I rappresentanti degli otto Comuni - Sassari, Alghero, Castelsardo, Porto Torres, Sennori, Sorso, Stintino e Valledoria - hanno firmato l´atto costitutivo della Rete metropolitana del Nord Sardegna
29/7/2016
Un ritrovato quoziente di ragionevolezza conduce il consigliere Pais e il gruppo consiliare di Forza Italia di guadagnare le posizioni dell’Udc, anche ad oltre sei anni di distanza dal disatteso programma di interventi a favore della famiglia approvato dal consiglio comunale nel 2010 e rimasto lettera morta, così come i precedenti atti in materia di sostegno alla famiglia
28/7/2016
La frenesia di chiudere l’argomento in tempi troppo rapidi e senza far tesoro delle eccezioni e delle riflessioni suggerite praticamente da tutte le forze esterne alla Maggioranza, dentro e fuori il Consiglio Comunale, fa sorgere il sospetto che il sindaco e la sua Maggioranza, non riuscendo a dimostrare a convenienza della proposta, stiano perseguendo obiettivi diversi da quelli che vanno sbandierando. E forse ne sapremo di più quando sapremo a chi sarà affidato il servizio di riscossione esterno dei tributi algheresi
28/7/2016
E’ noto infatti che, pur essendo quest’ultima una società sana e con i conti in regola, la Giunta in carica, dovendo portare a compimento un “regolamento di conti” non finanziari ma legato a guerre politiche interne alla maggioranza, decide di far “saltare per aria” la Secal
28/7/2016
Il premier dovrebbe fare due tappe, una in Prefettura l´altra all´Università. Il Patto per la Sardegna, tra continuità territoriale aerea, treni ed energia, vale circa 2,5 miliardi di euro
19:57
Così il vice capogruppo di Forta Italia in consiglio regionale commenta l’arrivo di Renzi a Sassari per la firma del patto per la Sardegna alla presenza del Presidente Francesco Pigliaru
© 2000-2016 Mediatica sas