Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoCulturaMusei › San Vero Milis, per il Giorno del ricordo
A.B. 10 febbraio 2016
Si apre questa sera la mostra Foibe Fascismo Esodo, a cura della Fondazione Memoria della Deportazione, con il Comune ed in collaborazione con il Centro di Documentazione della Memoria Cosimo Orrù
San Vero Milis, per il Giorno del ricordo


SAN VERO MILIS – Nuovo iniziativa per il Giorno del ricordo a San Vero Milis, con l'apertura della mostra Foibe Fascismo Esodo. Il Comune, in collaborazione con il Centro di Documentazione della Memoria Cosimo Orrù, nell’ambito delle manifestazioni, ha allestito la mostra a cura della Fondazione Memoria della Deportazione.

L’appuntamento è per oggi (mercoledì), alle ore 18, nel Museo Civico, in Via Santeru, è previsto un breve saluto del sindaco Luigi Tedeschi e, successivamente, l'apertura della mostra alla presenza delle autorità. La data del 10 febbraio è stata istituita con la legge del 30 marzo 2004 n.92, a memoria dello stesso giorno del 1947, nel quale fu firmato il trattato di pace che annetteva alla Jugoslavia l'Istria e la maggior parte della Venezia Giulia. La giornata di solennità civile nazionale italiana, vuol commemorare le vittime dei massacri delle foibe e l'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo Dopoguerra.

La mostra sarà visitabile fino a mercoledì 17 febbraio (esclusi il sabato 13 e la domenica 14), dalle 11 alle 13 e dalle ore 17 alle 19. Per ulteriori informazioni, ci si può rivolgere alla Biblioteca Comunale, telefonando al numero 0783/53611 o inviando una e-mail all'indirizzo web cultura@comune.sanveromilis.or.it.
Commenti
13:19
Approvata la delibera, da parte dell’Esecutivo, sulla rimodulazione della somma dell’Accordo di programma quadro in materia di Beni culturali, che sarà destinata all’ampliamento del Man, che prevede: interventi strutturali e di arredo nell’ex Casa Deriu e nell’ex albergo Sotgiu, che costituiscono ampliamento del museo e stretto raccordo fisico fra lo stesso e la Piazza Satta sulla quale si affacciano
© 2000-2017 Mediatica sas