Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoSaluteSanità › Santu Lussurgiu: incontro su svezzamento
S.A. 9 febbraio 2016
Al Consultorio giovedì 11 febbraio appuntamento con i neogenitori per parlare di alimentazione complementare nel primo anno di vita
Santu Lussurgiu: incontro su svezzamento


SANTU LUSSURGIU – Un appuntamento dedicato ai neogenitori alle prese con le prime pappe quello che si svolgerà giovedì 11 febbraio alle ore 10, presso il Consultorio familiare di Santu Lussurgiu (via degli Artigiani), dove la pediatra Anna Mossa terrà l'incontro dal titolo “Esigenze nutrizionali che cambiano: svezzamento e prevenzione”.

L'esperta illustrerà ai genitori dei bambini da 0 a 12 mesi le modalità di introduzione dei cibi complementari al latte ed indicherà le più recenti raccomandazioni internazionali condivise e fortemente consigliate dalle autorità scientifiche, che delineano un percorso che rispetti le necessità biologiche dei piccoli.

«Dopo la scelta del tipo di allattamento, possibilmente al seno – spiega la dottoressa Mossa - il divezzamento diventa il momento alimentare più importante nei primi anni di vita. E' il periodo di transizione da un'alimentazione esclusivamente lattea a una dieta contenente altri cibi complementari al latte». Per questo è importante per i neogenitori conoscere che quando, quanto e come far assaporare ai propri piccoli i nuovi alimenti per garantire loro una crescita sana ed equilibrata.
Commenti
18:11
E´ scaduto da circa un mese il termine entro il quale la ASL di Sassari avrebbe dovuto proporre il piano di incorporazione: la denuncia è di Marco Tedde, vice-capogruppo di Forza Italia-Sardegna in Consiglio regionale
22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
© 2000-2016 Mediatica sas