Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaAmministrazione › Bilancio 2015: per Oristano, qualità ambientale e calo tributi
A.B. 2 gennaio 2016
Per il sindaco Guido Tendas, che ha tenuto la conferenza stampa di fine anno, quello del 2015 è un bilancio in chiaroscuro
Bilancio 2015: per Oristano, qualità ambientale e calo tributi


ORISTANO - «Il 2015 è stato un anno difficile, segnato dalla mobilitazione in difesa dei presidi istituzionali e chiuso con qualche segnale incoraggiante che giunge dalla pubblicazione del rapporto sulla qualità della vita pubblicati dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore, ma anche con il riconoscimento che Oristano è una delle città con i tributi più bassi». Per il sindaco di Oristano Guido Tendas quello del 2015 è un bilancio in chiaroscuro: «La battaglia in difesa del ruolo della città, che si misura anche attraverso i servizi che lo Stato e la Regione assicurano attraverso la Prefettura, il Tribunale, la Camera di Commercio, la Asl e gli altri presidi istituzionali, ci impegnerà ancora lungo in un confronto dall’esito tutt’altro che scontato. L’ampio coinvolgimento delle forze sociali, politiche, economiche e professionali (manifestato con forza nelle assemblee pubbliche convocate a Palazzo degli Scolopi, così come nella manifestazione in Consiglio Regionale) ci sostiene e ci spinge a non abbassare la guardia».

«L’anno si chiude con qualche notizia confortante contenuta nel rapporto del Sole 24 Ore sulla qualità della vita – osserva il primo cittadino - Dati che si sommano a quelli pubblicati recentemente che hanno segnalato Oristano come una delle poche città italiane che nel 2015 hanno abbassato i tributi. I dati del rapporto sulla qualità della vita vanno letti con attenzione e interpretati, ma in generale si ricavano note positive e conforta il progresso registrato negli ultimi dodici mesi. Generano fiducia nei confronti della nostra città e del territorio e si sommano ai tanti riconoscimenti che periodicamente premiano Oristano, soprattutto per la qualità ambientali e della vita. In un momento in cui assistiamo a provvedimenti restrittivi adottati in tante città d’Italia, le nostre eccellenze in campo ambientale assumono ancora maggiore valore. Nel 2016, saremo comunque impegnati a migliorare ulteriormente, anche ispirandoci ai modelli di eccellenza delle altre province. I dati vanno si riferiscono alla provincia, ma il comune capoluogo evidentemente ha un peso specifico elevato all’interno della rilevazione, per il numero di abitanti, per i servizi offerti e per il ruolo che esercita nel sistema sociale ed economico provinciale».

Il 59esimo posto finale di Oristano tra i 110 capoluoghi presi in esame conforta per l’avanzamento di nove posizioni rispetto al 2014 e per la conferma degli ottimi risultati ottenuti in alcuni settori presi in esame dal Sole 24 Ore e che una volta di più testimoniano la qualità ambientale (ecosistema urbano, clima) e dell’ordine pubblico (terza per microcriminalità, ottava per i furti nelle abitazioni, settima per le rapine). Tra le curiosità del rapporto, due meritano una riflessione: la prima, è il pari merito tra Oristano ed una città simbolo dell’imprenditorialità lombarda, Brescia, 69esime, nella classifica sullo spirito d’iniziativa, che misura il numero delle imprese ogni mille abitanti; la seconda, riguarda il costo al metro quadrato per le abitazioni, che pongono Oristano al terzo posto.

Nella foto: un momento della conferenza stampa di fine anno
Commenti
30/8/2016
Il caso del comune di Oristano, in cui, dopo due convocazioni, l´assemblea consiliare non ha ancora approvato il riequilibrio del bilancio, viene approfondito in queste ore dagli uffici dell´assessorato degli Enti Locali
30/8/2016
In bilico la tenuta della maggioranza ad Oristano, dove il Comune rischia seriamente il commissariamento da parte della Regione che però è intenzionata a vederci chiaro sul provvedimento di riequilibrio di bilancio, bocciato per la seconda volta dal Consiglio comunale grazie ai voti di quattro dissidenti del centrosinistra
19:23
Previsto un contenzioso legale. «Eolico, è ora di passare dalle parole ai fatti», dichiara il sindaco Antonello Cubaiu. Domani, alle ore 18, nella sala Consiliare del, è in programma un Consiglio Comunale aperto e di denuncia
© 2000-2016 Mediatica sas