Oristano News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Oristano News su YouTube Oristano News su Facebook Oristano News su Twitter Alguer.cat
Oristano NewsnotizieoristanoPoliticaAmministrazione › Bilancio 2015: per Oristano, qualità ambientale e calo tributi
A.B. 2 gennaio 2016
Per il sindaco Guido Tendas, che ha tenuto la conferenza stampa di fine anno, quello del 2015 è un bilancio in chiaroscuro
Bilancio 2015: per Oristano, qualità ambientale e calo tributi


ORISTANO - «Il 2015 è stato un anno difficile, segnato dalla mobilitazione in difesa dei presidi istituzionali e chiuso con qualche segnale incoraggiante che giunge dalla pubblicazione del rapporto sulla qualità della vita pubblicati dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore, ma anche con il riconoscimento che Oristano è una delle città con i tributi più bassi». Per il sindaco di Oristano Guido Tendas quello del 2015 è un bilancio in chiaroscuro: «La battaglia in difesa del ruolo della città, che si misura anche attraverso i servizi che lo Stato e la Regione assicurano attraverso la Prefettura, il Tribunale, la Camera di Commercio, la Asl e gli altri presidi istituzionali, ci impegnerà ancora lungo in un confronto dall’esito tutt’altro che scontato. L’ampio coinvolgimento delle forze sociali, politiche, economiche e professionali (manifestato con forza nelle assemblee pubbliche convocate a Palazzo degli Scolopi, così come nella manifestazione in Consiglio Regionale) ci sostiene e ci spinge a non abbassare la guardia».

«L’anno si chiude con qualche notizia confortante contenuta nel rapporto del Sole 24 Ore sulla qualità della vita – osserva il primo cittadino - Dati che si sommano a quelli pubblicati recentemente che hanno segnalato Oristano come una delle poche città italiane che nel 2015 hanno abbassato i tributi. I dati del rapporto sulla qualità della vita vanno letti con attenzione e interpretati, ma in generale si ricavano note positive e conforta il progresso registrato negli ultimi dodici mesi. Generano fiducia nei confronti della nostra città e del territorio e si sommano ai tanti riconoscimenti che periodicamente premiano Oristano, soprattutto per la qualità ambientali e della vita. In un momento in cui assistiamo a provvedimenti restrittivi adottati in tante città d’Italia, le nostre eccellenze in campo ambientale assumono ancora maggiore valore. Nel 2016, saremo comunque impegnati a migliorare ulteriormente, anche ispirandoci ai modelli di eccellenza delle altre province. I dati vanno si riferiscono alla provincia, ma il comune capoluogo evidentemente ha un peso specifico elevato all’interno della rilevazione, per il numero di abitanti, per i servizi offerti e per il ruolo che esercita nel sistema sociale ed economico provinciale».

Il 59esimo posto finale di Oristano tra i 110 capoluoghi presi in esame conforta per l’avanzamento di nove posizioni rispetto al 2014 e per la conferma degli ottimi risultati ottenuti in alcuni settori presi in esame dal Sole 24 Ore e che una volta di più testimoniano la qualità ambientale (ecosistema urbano, clima) e dell’ordine pubblico (terza per microcriminalità, ottava per i furti nelle abitazioni, settima per le rapine). Tra le curiosità del rapporto, due meritano una riflessione: la prima, è il pari merito tra Oristano ed una città simbolo dell’imprenditorialità lombarda, Brescia, 69esime, nella classifica sullo spirito d’iniziativa, che misura il numero delle imprese ogni mille abitanti; la seconda, riguarda il costo al metro quadrato per le abitazioni, che pongono Oristano al terzo posto.

Nella foto: un momento della conferenza stampa di fine anno
Commenti
27/7/2016
Imprenditore 35enne, Claudio Serra è il nuovo coordinatore cittadino di Italia Unica. La presentazione della guida del nuovo soggetto politico a Porto Torres, è avvenuta questa mattina alla presenza del coordinatore regionale Tore Piana e della coordinatrice provinciale Elena Vidili
28/7/2016
L'Aula di Alghero è chiamata a discutere la delibera illustrata nei giorni scorsi in commissione in cui si propone l'esternalizzazione della riscossione coattiva dei tributi comunali. La forte reazione dell'amministratore unico che difende l'operato della partecipata in una lettera inviata ai consiglieri a poche ore dalla seduta. E' la definitiva rottura
27/7/2016
Il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione algherese è Raffaele Sari Bozzolo, affiancato dalla vivepresidente Renata Fiamma e da Efisio Scioni. Nei prossimi giorni, previsto l´atto di conferimento dell´incarico di direttore a Paolo Sirena, recentemente selezionato per guidare amministrativamente la Fondazione a seguito di pubblico concorso, e la nomina del Comitato scientifico
© 2000-2016 Mediatica sas